Islam, quando inizia il Ramadan 2020?

0
116
Ramaramadan musulmani in preghiera

L’Anmi chiede ai musulmani di fare l’adhan dalle finestre della propria abitazione.

Il primo spicchio di luna crescente darà il via al mese del Ramadan. Mancano pochi giorni ormai e i musulmani scrutano il cielo per capire quando inizierà il mese del digiuno.

In particolare, il nono mese del calendario islamico inizia quando la luna nuova per la prima volta è visibile e termina dopo la luna calante, quando è completamente sparita, prima che appaia la luna nuova successiva. E’ il mese nel quale, secondo la tradizione islamica, Maometto ricevette la rivelazione del Corano “come guida per gli uomini di retta direzione e salvezza” (Sura II, v. 185).

Per questo l’appuntamento con il cielo è fissato per venerdì 24 aprile. Dura 29-30 giorni e quindi dovrebbe terminare sabato 23 maggio. Ma questo Ramadan sarà particolare vista l’emergenza covid19. Dato che le restrizioni governative sono previste fino al 3 maggio, non sarà quindi possibile effettuare le celebrazioni come di consueto.

Per questo motivo, l’Associazione Nazionale Musulmani Italiani (ANMI) ha deciso di lanciare un’iniziativa per coinvolgere tutti i fedeli che pregheranno nelle proprie case.

L’ANMI chiede infatti di fare l’adhan (la chiamata islamica alla preghiera, ndr) dalle finestre della propria abitazione.

“ANMI, in questo periodo di restrizioni, lancia un appello a tutti i musulmani italiani e le associazioni musulmane residenti nel territorio italiano: eseguire sui balconi di casa o dai microfoni delle musalle (sale di preghiera) l’adhan“, scrive l’Associazione in un comunicato.

“Venerdì ventiquattro aprile, il possibile primo giorno di Ramadan, alle ore 18:00, tutti insieme in tutta Italia vogliamo compiere il richiamo alla preghiera – afferma l’ANMI – come augurio che il mese sacro dell’Islam possa portare una nuova vita e una soluzione per tutto quello che accade”.

L’Associazione chiede di fare l’adhan prima dell’Iftor, ovvero prima del pasto serale consumato dai musulmani che interrompe il digiuno quotidiano durante il mese di Ramadan.

“Facciamo sentire la nostra vicinanza a tutti noi stessi e all’Italia intera con un gesto di preghiera, di invocazione e di richiesta di aiuto a Dio l’Altissimo”.