Musica e culture per il festival Latiamericando

0
473
Musica e culture per il festival Latiamericando

Già dalla barriera autostradale di Milano si può sentire il ritmo di musiche e balli di gruppo, si tratta del Latinoamericando. Il festival di cultura e divertimento tipicamente sudamericano, che ormai ha raggiunto la sua 23°edizione, esprimendosi come la più importante linea di congiunzione tra Europa e America Latina.

La rassegna nasce nel 1990 ad opera di Juan José Fabiani, un italoperuviano deciso a promuovere le tradizioni del suo Paese con un progetto riguardante la musica, l’arte, la cucina e l’artigianato, consolidandosi fino a diventare il più grande appuntamento europeo con il Latinoamerica. 21 sono i paesi ospitati, con tantissimi stand e padiglioni in cui poter assaggiare le prelibatezze locali, oltre a 5 differenti ristoranti , nei diversi angoli del villaggio trovano spazio le diverse proposte di tipici spuntini veloci e degustazioni quali arepas, empanadas, churros e sfiziosi dolci come alfajores, mousse di maracujá o budini al cocco.
Piccoli chioschi che ti trasportano con la mente alle atmosfere delle spiagge cubane o brasiliane dove poter gustare cocktail e bibite, piste da ballo in cui sfoggiare le proprie doti di danzatori a ritmo di bachata, pop latino, salsa, balli di gruppo o con il fenomeno degli ultimi anni, zumba, un enorme palco su cui in queste serate si esibiscono numerosi gruppi o cantanti, uno fra tutti il rapper Pitbull.
La durata dell’evento è di due mesi, LatinoAmericando Expo, allestito in un’area di circa 36.000 metri quadrati antistanti al Mediolanum Forum di Assago, si configura come un vero e proprio villaggio in grado di dare spazio a tutte le forme di espressione del mondo latinoamericano, dal folklore alla solidarietà.
Se vi capiterà di entrare sarà impossibile non notare le riproduzioni in cartongesso su entrambi i lati di monumenti storici o stereotipati, come il Cristo Redentore di San Paolo o due messicani che fanno la siesta.Il calendario include anche celebrazioni delle Feste Nazionali d i Venezuela, Argentina, Colombia, Cuba, Perù, Bolivia, Ecuador con Cerimonie Ufficiali, presiedute dai Consoli Generali dell’America Latina e con la presenza dei rappresentanti delle Istituzioni locali.
Al Padiglione delle Nazioni si possono trovare informazioni sulle diverse destinazioni turistiche dell’America Latina e, in modo particolare, la promozione di un turismo responsabile. Il festival è diviso anche in Settimane delle Nazioni, ossia a partire dal 13 giugno con il Brasile, passando per Venezuela,Argentina, El Salvador, Colombia, Cuba, Perù, Bolivia e terminando con Equador e Paraguay il 13 agosto.
Insomma, un appuntamento imperdibile per gli amanti di queste culture, ma anche per i più curiosi che vogliono solamente immergersi per qualche ora dentro questa atmosfera unica.