Matite contro le discriminazioni, un e-book ed un contest per Idos e Unar

0
10
matitecontrolediscriminazioni

Quest’anno, per celebrare la XVII Settimana Contro le Discriminazioni Razziali 
promossa dall’UNAR, l’Associazione IDOS ha lanciato il contest “Equality Drawing – Disegni Contro le Discriminazioni” per combattere le discriminazioni razziali, ivi comprese quelle multiple. Questa missione innovativa ha messo in campo fumettisti e illustratori, le cui opere sono state raccolte nell’e-book che condividiamo per festeggiare la Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale.

Il Contest si è svolto su Facebook e Instagram, dove i partecipanti hanno pubblicato le loro opere visive: azioni disegnate per combattere l’odio. Più che un Contest: una Contest-Azione.
Per stimolare la creatività dei giovani, ma anche degli adulti, sono stati coinvolti testimoni d’eccezione come, Stefano Disegni già direttore del mitico Cuore, Mario Natangelo matita de Il Fatto Quotidiano, Smemoranda e Linus, Elke Renate Steiner famosa creatrice di comics berlinese, la pluripremiata illustratrice e pittrice Elvira Giannattasio in arte Gelvis, Gianni Allegra autore di Minkiaman, Enrico Caria autore e regista del mockumentario Vedi Napoli e poi muori, l’artista Lorenzo Pierfelice in arte LoreStefano Di Vitto storico disegnatore di Mister NO e di Zagor, creati da Sergio Bonelli e Gallieno Ferri, Hurricane alias Ivan Manuppelli molto attivo su il manifesto, così come Stefano Libertini che ha risposto all’appello dal Brasile.

Piccole e Grandi Matite, che hanno sostenuto attivamente l’iniziativa, noprofit, mettendo a disposizione del progetto le loro opere.
Durante l’evento finale del 23 marzo, sarà presentato l’e-book, a cura dell’art director Fabio Ferri, contenente una selezione dei lavori ricevuti (in concorso e fuori concorso) che verrà reso pubblico domenica 21 marzo sul sito di Idos in concomitanza con la Giornata internazionale per l’Eliminazione della Discriminazione Razziale. Infine, saranno premiati i vincitori del Contest, selezionati attraverso due canali: prima il voto della giuria popolare, apponendo un “like” all’opera prescelta, e poi quello della giuria tecnica rappresentata da un pool di esperti multidisciplinari.