Lampedusa, flashmob per #GeorgeFloyd alla porta d’Europa

0
34

Mentre c’è chi brucia le carrette del mare o sfregia la Porta d’Europa a Lampedusa c’è chi, invece, continua a seminare dialogo e accoglienza. Così nel giorno in cui in tante città italiane si scende in strada per protestare contro la morte di George Floyd in America e contro il razzismo dilagante anche in Italia, ecco che a Lampedusa si sono dati appuntamento proprio davanti alla porta d’Europa per ribadire “restiamo umani” e “ingressi legali subito” per chi è costretto a fuggire e attraversare il Mediterraneo.