Bologna, Si é conclusa l’assemblea generale di Amnesty International Italia

0
900
Amnesty

Si è conclusa a Villanova di Castenaso (Bologna) la trentaquattresima Assemblea generale di Amnesty International Italia.

All’Assemblea hanno partecipato circa 350 tra delegati e soci singoli dell’associazione. Sono stati approvati la relazione del Comitato direttivo uscente e il bilancio consuntivo 2018 e sono state elette le nuove cariche direttive del movimento. E’ stato inoltre adeguato lo Statuto dell’associazione per renderlo conforme al nuovo Codice del Terzo Settore.

L’inizio dei lavori assembleari è stato preceduto da un saluto del sindaco di Bologna, Virginio Merola. Nel corso dell’Assemblea il graphic journalist Gianluca Costantini e il capitano della nazionale italiana di basket Pietro Aradori hanno ritirato, rispettivamente, i premi “Arte e diritti umani” e “Sport e diritti umani”.

All’Assemblea hanno preso parte numerosi ospiti che hanno approfondito diversi temi relativi ai diritti umani tra cui, in particolare, l’accoglienza dei migranti e rifugiati e il contrasto al discorso d’odio.

Nel pomeriggio di sabato 27 i partecipanti si sono trasferiti nel centro di Bologna, dando vita, in Piazza Maggiore, a un ispirato flash mob, con accompagnamento musicale, finalizzato a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di contribuire tutti, ognuno per la sua parte, alla difesa dei diritti umani.

È stato eletto Presidente della sezione italiana per un mandato biennale Emanuele Russo, che succede ad Antonio Marchesi, in carica dal 2013. E’ stata riconfermata come Tesoriera Maria Grazia Di Cerbo. I membri del nuovo Comitato Direttivo sono Osvalda Barbin, Chiara Bianchi, Miriam Cusati, Simona Di Dio, Giuseppe Provenza, Simone Samuele Rizza e Gerardo Romei.