IL PROGETTO

IMmezcla è un portale sull’immigrazione nel Mediterraneo contraddistinto dalla differente visione dello sguardo. IMmezcla vuole essere un punto di riferimento per gli stranieri che vivono nel Mediterraneo, persone che con la loro storia e la loro identità contribuiranno a delineare cos’è oggi il Mediterraneo. L’identità e il Mediterraneo saranno, dunque, in relazione per cercare una visione comune di questo territorio simbolico. IM, come identità e come Mediterraneo, ma anche come immigrazione ed integrazione nel Mediterraneo, anche come I’m, io sono, perché non si può prescindere dal ridare centralità alla persona, sia essa rifugiato, irregolare, straniero, o semplicemente turista; mezcla, come mescolanza, intreccio delle differenze, per contribuire a creare una nuova cultura, come si può capire bene dalle parole del poeta Ngana, in “Prigione”: Vivere una sola vita in una sola città, in un solo Paese, in un solo universo, vivere in un solo mondo è prigione/Amare un solo amico, un solo padre, una sola madre, una sola famiglia, amare una sola persona,è prigione. Conoscere una sola lingua, un solo lavoro, un solo costume, una sola civiltà, conoscere una sola logica è prigione. Avere un solo corpo, un solo pensiero, una sola conoscenza, una sola essenza avere un solo essere è prigione.

Un cambio di visione

dunque, rispetto al mondo della comunicazione che vuole sempre associare lo straniero all’irregolare, al clandestino, a colui che è sul “nostro” territorio per delinquere.
IMmezcla crede fortemente nella necessità che per una volta siano gli stranieri stessi a parlare, ad aver voce, a comunicare il loro sguardo su questo mare nel quale si incontrano tre continenti, tre religioni e un’incomparabile diversità di lingue e di culture. IMmezcla vuole tracciare cartografie mentali per contribuire al dialogo e diminuire le incomprensioni.

Un progetto per creare una comunità, se pur virtuale, per favorire il dialogo e la conoscenza
IMmezcla vuole raccontare, dalla diretta voce di chi vive su questo territorio, cosa vuol dire, oggi, approdare su queste sponde. Voci, testimonianze, racconti e percorsi di vite vissute, che per il loro straordinario percorso avranno una forza dirompente.
IMmezcla per il suo format adotta la Carta di Roma e si ispira ai principi emanati.

Direttore Responsabile:

Paola Suraci direttore@immezcla.it

Redazione:

redazione@immezcla.it

Informazioni commerciali:

info@immezcla.it

© Associazione Culturale Immezcla Codice fiscale 92083130804 – Registrazione Tribunale di Reggio Calabria 4/2013

I nostri blog

Silvia Dumitrache
Lavoro nel campo del sociale, interculturale e… Leggi tutto >
Enzo Infantino
Impegnato nel campo dei diritti umani, volontario… Leggi tutto >