Sapevi che lavare i piatti è un’arte? Ecco come farlo bene e velocemente

Lavare bene i piatti a mano è quasi come se fosse un’arte: ecco come farlo in maniera corretta e soprattutto velocemente.

lavare piatti
Sapevi che lavare i piatti è un’arte? Ecco come farlo bene e velocemente (Immezcla.it)

Lavare i piatti è una delle prime attività domestiche che impariamo da giovani, poiché è una necessità quotidiana per mantenere la cucina in ordine e pronta per l’uso. Nonostante l’introduzione delle lavastoviglie, che hanno reso questo compito meno gravoso, il prelavaggio manuale rimane spesso indispensabile, soprattutto quando si tratta di stoviglie particolarmente unte o incrostate. Ecco alcuni suggerimenti utili per rendere questa operazione più rapida ed efficiente, utilizzando acqua calda, guanti, detersivo per piatti, spugna e aceto.

Innanzitutto, è essenziale trattare ogni tipo di sporco in base alla sua natura. Se il vostro lavello è dotato di due vasche, una può essere utilizzata per il prelavaggio e l’altra per il risciacquo. Anche se usate una lavastoviglie, è consigliabile risciacquare i piatti con acqua calda per facilitare la pulizia. Un metodo efficace per i piatti non eccessivamente grassi consiste nel riempire una vasca del lavello con acqua bollente e aggiungere qualche goccia di detersivo. Lasciate le stoviglie in ammollo per circa un minuto, quindi strofinatele con una pezza e risciacquate.

Come lavare bene i piatti a mano velocemente

lavare piatti
Ecco come lavare i piatti velocemente a mano (Immezcla.it)

Per le pentole, che spesso accumulano calcare durante la cottura, riempitele con aceto puro per circa due dita e lasciate agire per almeno mezz’ora. Poi, strofinate il fondo con una paglietta metallica. Questo metodo renderà le pentole brillanti come nuove. Un trucco delle nostre nonne consiste nel non buttare l’acqua di cottura della pasta, ma utilizzarla, ancora bollente, per lavare i piatti.

Le padelle incrostate, oltre a essere sgradevoli, sono difficili da pulire. Per risolvere questo problema, mettetele sul fornello con acqua e detersivo e lasciate bollire per qualche minuto. Una volta tiepide, ma non completamente fredde, pulitele con una spugna, evitando di usare la parte abrasiva per le pentole antiaderenti, per non danneggiare il rivestimento.

Infine, per i bicchieri, specialmente i calici da vino, che spesso presentano macchie d’acqua, lavateli come di consueto e poi poneteli capovolti su un canovaccio per pochi minuti per far scolare l’acqua residua. Successivamente, lasciateli asciugare all’aria. Così facendo, i bicchieri risulteranno puliti e trasparenti. Inoltre, è importante non usare mai detersivo nelle pentole di coccio, poiché viene assorbito, e per la pulizia della caffettiera, potete utilizzare la polvere per strofinarvi le mani, ottenendo un efficace scrub naturale.

Impostazioni privacy