Immigrazione, In Calabria un piccolo paesino della Locride è multietnico

Maria Natalia Iiriti

0
125

Lenzuola bianche, vernice colorata, musica dal vivo e buon cibo: questa la ricetta per una domenica all’insegna della collaborazione e dell’integrazione. Succede a Camini, piccolo paese multietnico della Locride, l’ultima domenica del mese di febbraio, grazie alla sinergia fra il Comune di Camini, l’organizzazione inglese di volontariato “Projects Abroad” e la locale eurocoop “Jungi Mundu”.
Daniela Maggiulli, manager per l’Italia di Projects abroad ci racconta i dettagli: “Quotidianamente facciamo volontariato presso la struttura “Jungi mundu”. Con cadenza mensile organizziamo una giornata per agevolare l’integrazione”.

Il primo appuntamento è previsto per domenica 25 febbraio. Nei giorni scorsi sono stati coinvolti tutti i cittadini di Camini, profughi e residenti, e ciascuno si è assunto un compito: preparare da mangiare, portare delle lenzuola, procurarsi della vernice, trovare poesie sull’amicizia, suonare dal vivo. O semplicemente esserci. E in questo “laboratorio” non si incontrano soltanto profughi e residenti ma anche adulti e bambini, anziani e adolescenti, volontari e amministratori. “Camini è una realtà molto particolare” spiega Daniela. “Sono ospitati africani e mediorientali, in particolare famiglie. Siamo convinti che i momenti interculturali possano agevolare l’integrazione. Per questo primo appuntamento abbiamo scelto la poesia, perché è in grado di innescare processi interculturali”.
La manifestazione si svolgerà in due momenti: al mattino, sotto la supervisione di Milena e Nancy, artiste che animano i laboratori, verranno trascritte sulle lenzuola cinque poesie in varie lingue, italiano, arabo e inglese. I bambini saranno impegnati a realizzare un arcobaleno e una poesia sulla pace. Nel pomeriggio musica dal vivo e l’installazione delle lenzuola in alcuni punti del paese.
“Sarà un’installazione itinerante: per questo abbiamo preferito le lenzuola ai murales, perché il nostro obiettivo è far girare le lenzuola nei prossimi giorni in vari punti del paese” spiega Daniela.
Per la prima giornata dell’integrazione di Camini sia associazioni che enti hanno dato il loro contributo alla buona riuscita dell’evento: accanto ai volontari di “Projects abroad” l’amministrazione comunale di Camini ha garantito il patrocinio e l’acquisto di materiali e l’eurocoop “Jungi mundu” ha messo a disposizione la struttura e la collaborazione.
E si sta già lavorando al secondo appuntamento.
​​​​​​​​​​Maria Natalia Iiriti