Terre des hommes, nasce la prima guida psicosociale per l’accoglienza dei minori stranieri

0
600
Terre des hommes

Quello dei minori stranieri non accompagnati è un fenomeno che caratterizza molti degli sbarchi nel nostro Paese: si calcola infatti che circa un quinto dei migranti che arrivano sulle nostre coste sia costituito da minorenni, la maggior parte dei quali viaggia senza la propria famiglia.

Bambini, ragazzi migranti che senza nessun parente, guida o figura di riferimento, spaventati e soli, rischiano di perdersi, allontanandosi dai centri di accoglienza e diventando preda delle reti di criminalità organizzata. In fuga da guerra e povertà rischiano così di trovarsi nuovamente a combattere contro violenze e sfruttamento, con l’aggravante di trovarsi soli, inermi in un Paese che non è il loro.
Secondo gli ultimi dati disponibili, più del 23% dei minori stranieri non accompagnati (MSNA) che arrivano e vengono registrati nel nostro Paese diventa irreperibile. Per arginare il fenomeno ed evitare questi livelli di dispersione diventa fondamentale poter offrire un supporto qualificato, con operatori adeguatamente preparati ad accogliere e facilitare l’integrazione dei piccoli migranti.  Per questo Terre des Hommes ha pensato di realizzare, con il supporto di Fondazione Prosolidar, la prima Guida psicosociale per operatori impegnati nell’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati. Un utile vademecum per gli operatori del settore con consigli per comprendere e andare incontro ai bisogni dei giovani migranti oltre a strumenti pratici di attività e progetti da organizzare con i ragazzi per agevolarne l’integrazione, favorendo il compimento del loro progetto migratorio. 
«Nelle strutture deputate alla primissima accoglienza di questi ragazzi non sono previsti servizi di adeguata assistenza psicologica e psicosociale in grado di ascoltare i bisogni più profondi di questi minori estremamente vulnerabili», spiega Federica Giannotta, Responsabile Advocacy e Programmi Italia di Terre des Hommes. «Ansia, paura, depressione, rabbia, confusione, così come – in diversi casi riscontrati dai nostri operatori – persino paranoia, accompagnano questi giovani che hanno come unico obiettivo iniziare prima possibile il progetto di vita per il quale hanno lasciato tutto. Se non si sentono ascoltati, compresi e supportati, o riscontrano una carenza d’informazioni sui propri diritti, sono spinti alla fuga».
La guida nasce dall’esperienza diretta sviluppata nell’ambito del progetto Faro che la onlus ha avviato negli ultimi anni per garantire assistenza psicologica, sociale e giuridico-legale ai minori migranti. Alla stesura della guida, curata da Giancarlo Rigon, psichiatra e neuropsichiatra infantile, e Federica Giannotta, Responsabile Advocacy e Programmi Italia di Terre des Hommes, hanno collaborato Alessandra Ballerini, avvocato esperta in Diritto dell’immigrazione, Lilian Pizzi, psicologa e psicoterapeuta, coordinatrice a Siracusa del progetto Faro e Zouhaira Ben Abdelkader, mediatrice culturale.
La guida è scaricabile gratuitamente al link:  http://www.terredeshommes.it/dnload/GUIDA_MSNA_psicosociale_Terre_des_Hommes.pdf

Scritto da Fausta Tagliarini