Storie illustrate – Indigenous People Day e l’America scoperta

0
133
Indigenous People Day

Indigenous People Day e la scoperta dell’America per riscoprire gli indigeni e la storia. Per le Storie illustrate questa volta vogliamo parlare di Eduardo Galeano, uno tra gli scrittori più attivi e impegnati della letteratura latinoamericana che ha scritto diversi anni fa una riflessione intitolata “La scoperta” , descrivendo quella che di fatto fu l’unica vera scoperta che accadde il 12 ottobre 1492.

Galeano racconta infatti di come gli indigeni avrebbero scoperto, di lì a poco, di essere condannati a violenze, usurpazioni, furti, uccisioni di massa. Mentre la scoperta di Cristoforo Colombo, come ha sottineato anche Faber alcuni anni fa, fu una riscoperta. Scriveva Faber: “Desidero ribadire, ricordare, che non si trattò di una scoperta, casomai di una riscoperta. Perché quando Cristoforo Colombo, con il solito “capello fluente, occhio sognante”, piede sicuramente fetente, sbarcò sull’isola di San Domingo, c’era una popolazione, c’erano quelli che poi sarebbero stati chiamati “domenicani”. Ed erano lì da circa 20 o 30 mila anni: avevano attraversato lo Stretto di Bering insieme a tutti quanti gli altri, che sarebbero stati poi chiamati a loro volta “indiani”. Quindi, la sera del 12 ottobre 1992, almeno per quanto mi riguarda, starò vicino agli indiani e ricorderò insieme a loro quello che loro considerano il giorno del più grave lutto nazionale”. Perché gli abitanti delle Americhe esistevano e vivevano nella loro terra da migliaia di anni, giunti dall’Asia attraverso lo stretto di Bering. Gli scritti di Galeano, dunque, ci portano una visione diversa molto utile per capire davvero quello che accadde.


L’abitudine del tutto eurocentrica impartita sin dalle scuole elementari a parlare di “scoperta dell’America” dovrebbe essere problematizzata. Perché le parole veicolano narrazioni e alimentano versioni della storia appartenente ai vincitori. E così rimaniamo indifferenti alle lotte e le istanze portate avanti dai soggetti marginalizzati, come i discendenti dei popoli indigeni, che ogni anno, il 12 ottobre, rivendicano la cancellazione del Columbus Day e la creazione dell’ Indigenous People Day, che in diversi luoghi è già celebrata, come a Genova città che diede i natali a Cristoforo Colombo. C’è anche l’azione del National Education Association (NEA) che, in una sua risoluzione, auspica la sostituzione del Columbus Day con l’Indigenous People Day.

Si potrebbe allora partire da autori come Galeano, il quale ci invita a ripensare anche tra di noi in Italia, il Paese che ha dato i natali a Cristoforo Colombo, la nostra storia che è la storia del mondo.