Romaidentity, Il mio nome è Rom

0
431
Romaidentity

Creare occasioni di conoscenza e condivisione tra la cittadinanza e la comunità Rom, per favorire il rispetto della diversità, la lotta ai pregiudizi e la promozione dei diritti umani: È l’obiettivo dei tre eventi organizzati dalla campagna “Romaidentity – Il mio nome è Rom” e dall’Associazione 21 luglio – con il contributo di Commissione Europea e Open Society Foundations – in occasione della Giornata Universale dei Diritti dell’uomo che si celebra il 10 dicembre.
Si partirà lunedì 8 dicembre alle ore 21 con uno spettacolo musicale a ingresso libero al Teatro Argentina, in cui si esibiranno tre gruppi di artisti Rom provenienti da Spagna, Romania e Italia: il danzatore di Flamenco Juan Amaya “el Pelon”, il gruppo di musica tradizionale Mahala Rai Banda e l’ Alexian Group e Orchestra Europea per la Pace. Interverrà Ascanio Celestini con l’interpretazione di suoi racconti. Lo spettacolo ha avuto il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Roma. Due giorni dopo, il 10 dicembre, l’Associazione Stampa Romana terrà un seminario internazionale per giornalisti per una corretta informazione sui Rom.
Giovedì 11 dicembre alle ore 10, presso la sala Zuccari del Senato, si terrà invece il convegno “Il popolo Rom: dall’emarginazione all’integrazione possibile”, organizzato in collaborazione con la Commissione Diritti umani del Senato, in cui verranno illustrati i risultati della ricerca realizzata dalla campagna Romaidentity in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma su Rom e inclusione. Sarà inoltre presentato il rapporto dell’Associazione 21 Luglio “La tela di Penelope”, che fa luce sullo stato di attuazione della Strategia Nazionale di Inclusione di Rom, Sinti e Caminanti in Italia.
Interverranno: Luigi Manconi, presidente della Commissione Diritti Umani del Senato; Franca Biondelli, sottosegretario al Lavoro e alle Politiche sociali; Paola Spadari, presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, Beatriz Carrillo de los Reyes, Associazione delle donne Rom universitarie dell’Andalusia (Spagna). Testimonianze sulle sfide incontrate oggi dai giovani Rom nell’accesso ai diritti all’istruzione e al lavoro, saranno portate da giovani Rom che hanno frequentato le attività di formazione dell’Associazione 21 Luglio e della campagna “Romaidentity – Il mio nome è Rom”.

Scritto da redazione