Home Notizie Riace, il nuovo sindaco rimuove i cartelli del “paese dell’accoglienza”

Riace, il nuovo sindaco rimuove i cartelli del “paese dell’accoglienza”

0
27
cartelli riace

Su Riace, il piccolo borgo locrideo in Calabria, il vento soffia ancora e dopo le vicende giudiziarie del sindaco Mimmo Lucano ecco che arrivano le “mosse” del nuovo sindaco a riportare il paese agli onori della cronaca.

L’amministrazione comunale ha iniziato infatti a cancellare i simboli del “modello” costruito da Mimmo Lucano nelle tre legislature in cui ha guidato il Comune. Il neo sindaco Tonino Trifoli, simpatizzante della Lega, ha rimosso i cartelli stradali all’ingresso del piccolo borgo che si affaccia sullo Jonio e che, negli ultimi 15 anni, è diventato famoso in tutto il mondo per i progetti di accoglienza dei migranti. Non più “Riace, paese dell’accoglienza” ma “Benvenuti a Riace, il paese dei santi medici e martiri Cosimo Damiano. I nuovi cartelli sono stati inaugurati dal sindaco e dai sacerdoti don Giovanni Coniglio don Giovanni Piscioneri .

Ma non tutti hanno visto di buon grado la rimozione dei cartelli così il Comitato Undici Giugno , in una nota stampa, parla di un “maldestro tentativo di cancellare la nobile storia di umanità ed accoglienza costruita da Mimmo Lucano attraverso la rimozione del cartello di benvenuto a Riace”. Il Comitato Undici Giugno, condanna la scelta del sindaco tutta protesa a distruggere senza aver dimostrato cosa vuol costruire”.