Regolarizzazione, Nunzia Catalfo: “Un buon accordo per l’emersione del lavoro nero”

0
23
lavoro migranti permesso di soggiorno

“Chi mi conosce sa quanto siano importanti per me la lotta al lavoro nero e al caporalato, due fenomeni gravi che ledono la dignita’ di tante persone”. Lo premette la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, in un post su Facebook dove poi sottolinea: “Reputo quello a cui si è giunti nella serata di ieri sui lavoratori stagionali un buon accordo, che centra un obiettivo per me imprescindibile fin dall’inizio: l’emersione del lavoro nero e la garanzia dei diritti dei lavoratori – sia italiani sia stranieri – attraverso la sottoscrizione di un regolare contratto la cui retribuzione non deve essere inferiore a quella prevista dal CCNL di riferimento, senza fare sconti a chi si e’ macchiato di reati come il caporalato che ledono la loro dignita’ e ha fatto concorrenza sleale danneggiando il mercato”.

Catalfo osserva che “della norma potranno beneficiare i cittadini stranieri con un permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019 e non rinnovato o gia’ presenti in Italia prima dell’8 marzo di quest’anno, ma anche coloro che saranno in grado di dimostrare di aver lavorato regolarmente nei settori dell’agricoltura, dell’assistenza alla persona o del lavoro domestico (colf e badanti). Inoltre, per far fronte alle richieste di manodopera in agricoltura, io stessa ho inserito nel decreto che approveremo nelle prossime ore una norma che consentirà ai percettori di Reddito di cittadinanza, di NASpI, DIS-COLL e ammortizzatori sociali di accettare una proposta di lavoro senza perdere il diritto al beneficio. Abbiamo fatto un lavoro importante che aiuterà tantissime persone”, conclude.

LASCIA UN COMMENTO

PER FAVORE INSERISI COMMENTO
Per favore inserisci il tuo nome qui