Reggio Calabria, Tutto pronto per il Play Music Festival

0
411
Reggio Calabria

La musica come viaggio, come condivisione di esperienze ed apertura verso l’altro: il Play Music Festival 2016 è una valigia di suoni.

Dopo il successo di pubblico registrato nelle precedenti edizioni con l’esibizione di numerosi artisti di calibro internazionale come il pianista newyorchese Bill Carrothers, la cantante portoghese Margarida Guerreiro, gli Oregon, il trombettista Fabrizio Bosso, la quinta edizione del festival si apre alla contaminazione con l’intero universo dell’arte contemporanea.
Gli ormai consueti concerti verranno accompagnati da incontri e performance artistiche sul tema delle migrazioni e della solidarietà.
Obiettivo? Ascoltarsi ed ascoltare le identità in viaggio: un invito che l’associazione Soledad, impegnata in questi anni nella realizzazione di progetti di solidarietà con Amref, Emergency e con realtà territoriali quali l’Hospice di Reggio Calabria, continua a rivolgere alla città promuovendo una manifestazione senza fondi pubblici e grazie al sostegno di partner privati che riconoscono nel festival un momento di crescita culturale e sociale.
Il tema 2016: la valigia di suoni. Il festival punterà sulle migrazioni di ieri e di oggi, tra vecchie e nuove rotte, in cui la musica diventa crocevia di esperienze e incontri tra persone e culture diverse. Un’occasione per partecipare con la valigia di suoni che ci portiamo dentro, la valigia di suoni che possiamo condividere e costruire con gli altri.
Sviluppo: Il festival prevede 3 concerti ed altre attività in definizione (seminari con gli artisti, dibattiti, mostre fotografiche, performance da sviluppare in collaborazione con la Galleria Technè). È prevista la partecipazione alle attività di giovani migranti – coinvolti in progetti di accoglienza, come il Progetto Sprar Approdi Mediterranei – volta a favorire il processo di integrazione sociale. Il programma dettagliato del Festival sarà presentato sabato 20 febbraio, a Reggio Calabria, alle ore 10 alle Officine Miramare da Alessio Laganà, direttore artistico; Marisa Cagliostro, Officine Miramare; Angela Pellicanò, curatrice performance d’arte Play Music Festival e da alcuni rappresentanti delle realtà che hanno coprogettato questa edizione della manifestazione, nata su iniziativa dell’associazione Soledad, sposata dal cantiere di coprogettazione culturale Officine Miramare e patrocinata dal Comune di Reggio Calabria.

Scritto da redazione