Reggio Calabria, al via i lavori dell’Adrmedlab per la tutela dei minori

0
8

Prendono avvio con la sottoscrizione del Protocollo di intesa finalizzato alla tutela dei minori in situazioni di marginalità sociale i lavori dell’ADRMedLab: il Laboratorio di Diffusione e Ricerca della Mediazione istituito da Ismed Group per l’Università Mediterranea.

Il protocollo sarà sottoscritto venerdì 22 p.v. presso i locali del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria dal Presidente Roberto Di Bella, dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria Dott.ssa Giuseppina Latella, dal Direttore del DiGiES Prof. Massimiliano Ferrara, dall’Amministratore Ismed Dott.ssa Francesca Chirico e dal Presidente della Camera Minorile Distrettuale di Reggio Calabria Avv. Alessandra Callea.

Il Progetto MediAmo rivolto a minori inseriti nel circuito penale è la prima delle attività che saranno svolte dal Laboratorio di ricerca e progettazione dei temi legati alla mediazione nell’ambito dei conflitti civili, penali, penali minorili, familiari, sportivi, scolastici e sociali fortemente voluto dal Direttore DiGiES, Massimiliano Ferrara e dall’Amministratore Ismed.

Il Laboratorio si avvale dell’esperienza di numerosi professionisti delle ADR (Alternative Dispute Resolution) e di partner istituzionali importanti come la Camera Distrettuale Minorile di Reggio Calabria, nonché con note aziende sensibili alla promozione sociale come l’Istituto Gemmologico Igea e l’Azienda orafa del Maestro Gerardo Sacco. 

L’ADRMedLab si propone di consentire a cittadini, studenti, minori inseriti nel circuito penale, professionisti e imprese di confrontarsi su temi giuridici ed economici fondamentali per la ripresa economica dell’area metropolitana e di grande impatto sociale.

Il programma dettagliato di tutte le iniziative promosse in seno all’ADRMedLab sarà presentato nelle prossime settimane.