Nuovi sbarchi in Calabria e Sicilia

0
460
Nuovi sbarchi in Calabria e Sicilia

Il bel tempo e il mare calmo riportano i barconi vecchi, carichi di migranti in fuga. Le coste calabresi, e quelle siciliane, diventano così facile meta per chi è in cerca di una vita migliore, ed ha il coraggio di affrontare il Mediterraneo.
Hanno rischiato di infrangersi contro la barriera frangiflutti del porto, infatti,  le speranze di una giovane donna siriana scappata dalle bombe del regime di Assad e della sua bambina, data alla luce su un barcone malandato, soccorso nella notte a Roccella Jonica, in Calabria.

 Assieme alla donna e alla piccola sul barcone, che aveva fuso i motori e imbarcava pericolosamente acqua, c’erano altri 158 migranti tra altri siriani, pachistani, afghani ed egiziani. In gran parte uomini adulti, ma anche donne e bambini. Ad avvistare il barcone, che avrebbe potuto ospitare solo la meta’ di quel carico umano, era stata nella notte la Guardia costiera che e’ poi intervenuta per i soccorsi. Secondo quanto hanno raccontato alle forze dell’ordine, i migranti erano partiti alcuni giorni fa da una localita’ della Turchia, viaggiando in condizioni di sovraffollamento. E proprio sull’imbarcazione la donna ha partorito la sua bambina. Dopo l’arrivo in porto, madre e figlia, entrambe in buone condizioni di salute, sono state ricoverate nell’ospedale di Locri per i controlli di ruotine. La neonata e’ stata identificata sulla cartella clinica con il numero 6. Tutti gli altri migranti, che al momento dello sbarco accusavano problemi legati alle difficili condizioni della traversata, sono stati condotti in un ex edificio scolastico messo a disposizione dal Comune di Roccella Jonica. La struttura, all’interno della quale sono gia’ ospitate 50 persone giunte con un precedente sbarco, rischia pero’ adesso di ”scoppiare” a causa dei problemi provocati dal sovraffollamento. Proprio per venire incontro alle richieste di riservatezza (tra gli ospiti ci sono diverse donne) si stanno allestendo alcune tende nel cortile esterno dell’immobile.  Intanto nelle ultime ore in Sicilia si contano altri tre sbarchi.
Quasi trecento migranti sono stati soccorsi al largo di Lampedusa e nell’agrigentino. Ed altri gommoni con immigrati risultano in arrivo.

Scritto da redazione