Migliaia di mail al Presidente del Consiglio perché venga annullato il Memorandum con la Libia

0
41
io accolgo

Se entro il 2 novembre il Governo italiano non interverrà, il Memorandum d’intesa tra Italia e Libia, firmato nel 2017 dall’allora Governo in carica, verrà automaticamente rinnovato. 

Le organizzazioni che fanno parte della Campagna Io accolgo hanno lanciato un appello per un’azione di “mailbombing” che abbia come destinatario il Presidente del Consiglio. Migliaia di mail da tutta Italia per chiedere che quel Memorandum venga annullato.  

Le terribili conseguenze per i migranti che tentano di fuggire da quel Paese sono infatti ormai ampiamente documentate. Ispezioni di agenzie internazionali e inchieste giornalistiche hanno denunciato che le persone intercettate in mare dalla Guardia Costiera libica vengono rinchiusi in centri di detenzione, veri e propri lager, in condizioni disumane, denutriti, torturati, stuprati e sottoposti a ogni tipo di violenza. Molti addirittura venduti come schiavi, vittime di traffici di vite umane che spesso sono gestiti dagli stessi funzionari statali oltre che da esponenti della varie milizie che lì si fronteggiano.  

La diffusa corruzione, la connivenza e l’infiltrazione a vari livelli istituzionali di individui sottoposti a sanzioni dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per crimini contro l’umanità, dimostrano che rinnovare l’intesa con il Governo di Tripoli, ostaggio e complice di milizie, trafficanti e mafie locali, prolungherebbe solo questa grave situazione di illegalità e di atroce sofferenza per i migranti.

Per tutti questi motivi chiediamo che il governo, annullando gli accordi sottoscritti, contribuisca a far cessare questa sistematica violazione dei diritti umani. 

Questo, in sintesi, il contenuto delle mail che abbiamo inviato e chiediamo di inviare, per rendere evidente che c’è un’ampia parte di questo Paese che considera compito prioritario del governo perseguire il rispetto dei diritti umani di tutti.

A questo link è possibile trovare il testo della lettera e l’indirizzo a cui inviarla http://ioaccolgo.it/storie/mailbombing-lannullamento-degli-accordi-italia-libia-scrivi-conte

Fanno parte del Comitato promotore della Campagna: 

A Buon Diritto, ACLI, ActionAid, AOI, ARCI, ASGI, Caritas italiana, Casa della Carità, CEFA, Centro Astalli, CGIL, CIAC, CIAI, CIR, CNCA, Comunità di S.Egidio, CONNGI,  Ero Straniero, EuropAsilo, Federazione Chiese Evangeliche in Italia – FCEI, FOCSIV, FOCUS Casa dei diritti sociali,  Fondazione Finanza Etica, Fondazione Migrantes, Forum Terzo Settore, Gruppo Abele, ICS Trieste, INTERSOS,  Legambiente, LINK-coordinamento universitario, Lunaria, Medici Senza Frontiere, NAIM (National Association Intercultural Mediators), Oxfam, Rainbow4Africa, ReCoSol, Refugees Welcome Italia, Rete della Conoscenza, Rete Studenti Medi, SaltaMuri, Save the Children Italia, Senza Confine, UIL, Unione degli studenti, Unione degli universitari, UNIRE