Ismail, fuggito dalla Somalia in cerca di serenità

0
847
Ismail

Ismail, il nome è di fantasia per tutelare l’identità dei minori, ha 16 anni. Insieme ad altri 250 migranti Ismail è fuggito dalla Somalia per l’Europa ed è arrivato a Lampedusa il 15 febbraio. È arrivato in Italia con due suoi cugini.

In Somalia ha lasciato la madre, due sorelle e cinque fratelli. Suo padre è morto per cause naturali. Ismail* è stato portato al centro di prima accoglienza di Lampedusa, dove Save the Children fornisce consulenza legale e servizi di mediazione culturale. Ismail è annoiato dall’attesa per il trasferimento in Sicilia, ma ha una grande voglia di raccontare la sua storia e di far sapere a tutti i grandi pericoli del viaggio da affrontare per arrivare in Italia. È molto attento ed entusiasta e non vede l’ora di iniziare una nuova vita. “È molto pericoloso in Somalia. Una persona che conosco è andata a fare la spesa al mercato. I suoi figli e sua moglie sono rimasti a casa. Quando è tornato erano tutti morti. La situazione è molto brutta in Somalia. Vorrei avere un futuro migliore, ma se fossi rimasto in Somalia il mio futuro non sarebbe stato bello. Ecco perché sono venuto qui in Italia, migliorare il mio futuro e per lavorare, ricevere un’istruzione, avere una vita serena e tranquilla. Per questo ho lasciato la Somalia, per venire qui”

Scritto da redazione