Immigrazione Rosarno, operazione contro il caporalato e lavoro nero

0
431
braccianti migranti

Salvaguardare la legalità e la dignità delle persone questi sono stati gli obiettivi dell’operazione interforze condotta l’8 gennaio 2016, contro il caporalato e il lavoro nero nell’attendamento di San Ferdinando a Reggio Calabria.

Il prefetto, Claudio Sammartino ha incontrato presso il palazzo del Governo i comandanti provinciali delle Forze dell’ordine, giornalisti e il direttore della Direzione provinciale del Lavoro.Diversi sono stati gli aspetti trattati nel corso della riunione tra cui l’avvio dell’attività di prevenzione e controllo su persone e ditte per il riacquisto alla legalità dei settori economici e produttivi.In collaborazione con le istituzioni avviate dalla prefettura attività di governance, regionali e locali. Sono stati forniti sacchi a pelo e coperte, allestite nuove tende, rimossi rifiuti, baracche e delle tende usurate. Bonificata l’area e stanziata dalla regione la somma di 300.000 euro per iniziative di accoglienza e di integrazione a favore dei cittadini extracomunitari.Previsti interventi ulteriori coordinati dalla regione per la totale dismissione delle tende, per agevolare l’inserimento degli immigrati nel contesto urbano e favorire l’integrazione e l’inclusione sociale. Altra possibile linea di intervento è quella di erogare il contributo a favore dei produttori che si impegnano a fornire alloggio e accoglienza a lavoratori immigrati.Nei prossimi giorni si terranno riunioni operative con il presidente della regione Calabria e i dirigenti del Ministero dell’Interno.

Scritto da redazione