Giornata di preghiera, il Papa: la fame e la guerra sono pandemie

0
52
Il Papa

È la Giornata di preghiera e digiuno, oggi 14 maggio, per superare la pandemia e il Covid19, è un momento collettivo per tutti i “fratelli che credono in Dio Creatore”. Una preghiera proposta dall’Alto Comitato per la fratellanza umana, a cui ha aderito anche Papa Francesco. Una giornata di preghiera, di digiuno e di invocazione per l’umanità, sollecitando sia i leader religiosi che tutte le persone nel mondo, “a rispondere a questo invito umanitario e a rivolgersi a Dio ad una sola voce, perché preservi l’umanità, la aiuti a superare la pandemia, le restituisca la sicurezza, la stabilità, la salute e la prosperità, e renda il nostro mondo, eliminata questa pandemia, più umano e più fraterno”.
Stamattina, infatti, nella Messa a Santa Marta, Papa Francesco ha ricordato la Giornata di preghiera promossa dall’Alto Comitato per la Fratellanza Umana. Nell’omelia, ha ricordato che “ci sono altre pandemie che causano milioni di morti, come la pandemia della fame e la pandemia della guerra, e ha invitato a chiedere a Dio che ci benedica e abbia pietà di noi”.