30 anni fa l’arrivo degli albanesi in Italia. Il discorso di Edi Rama

0
83
30 anni fa l’arrivo degli albanesi in Italia. Il discorso di Edi Rama

«In quel 7 marzo Brindisi è entrata tra i grandi insegnanti dell’umanesimo e della solidarietà, non quella dei discorsi politici e delle prediche che finiscono quando si spegne la telecamera. La gente comune quel giorno ha mostrato che è la politica a fare da diffusore dell’odio e della paura». 

Il tributo ai pugliesi e all’Italia del premier albanese Edi Rama, in conclusione della due giorni pugliese che ha celebrato il trentennale dall’arrivo degli albanesi, nel 1991. Gli incontri istituzionali, inaugurati venerdì a Bari al Consiglio regionale della Puglia con la presenza del ministro degli Esteri Luigi Di Maio, si sono conclusi ieri mattina a Brindisi, la città che fu il primo approdo dell’esodo albanese, dove il 7 marzo del 1991 arrivarono 27mila persone su imbarcazioni di fortuna: la prima volta in cui l’Italia da Paese d’emigrazione si trovò ad essere terra d’immigrazione

Rama nel suo discorso ha proposto di trasformare il 7 marzo in una giornata nazionale dedicata all’incontro tra il popolo albanese e quello italiano, replicando ogni anno la visita delle rappresentanze ufficiali albanesi in Puglia. E un museo «perché i vostri figli e i nostri figli – ha detto – conservino per sempre la memoria dell’accoglienza del popolo brindisino».  

Rama, accolto a Brindisi dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dalla presidente del Consiglio regionale Loredana Capone, dal sindaco di Brindisi Riccardo Rossi e dall’ex sindaco Giuseppe Marchionna, che coordinò l’accoglienza in quei giorni del 1991, ha poi scoperto la targa del nuovo “Portico degli albanesi” inaugurato sulla banchina dell’Autorità portuale. 

Guarda il video qui https://youtu.be/BHC4KH_thFM