Storie illustrate – 18 dicembre, giornata internazionale per i diritti dei migranti

0
22

Uomini e donne che migrano in Italia, da poco o da sempre nel nostro Paese, sono costantemente vittime dell’odio, dello sfruttamento, della burocrazia e di una legislazione di matrice fascista, di decreti leghisti, di razzismo strutturale e sistemico, di una violenza endemica che si riversa quotidianamente sui loro corpi. Il 18 dicembre è giornata internazionale per i diritti dei migranti.

Say their names, pronuncia I loro nomi, ma non solo il 18 dicembre, giornata internazionale per i diritti dei migranti, ma tutti i giorni. Say their names, nomi di uomini e donne migranti, violati, insultati, e a volte uccisi. Jerry Masslo, ucciso a Villa Literno (CE) il 25 agosto 1989. Emmanuel Chidi Nnamdi ucciso a Fermo il 5 Luglio 2016. Idy Diene, assassinato con 6 colpi di pistola a Firenze il 5 marzo 2018. Soumaila Sacko, ucciso a colpi di fucile a San Calogero (VV) il 2 giugno 2018. Prince Jerry, suicidatosi dopo il diniego del permesso di soggiorno, a Tortona (AL) il 28 gennaio 2019. Edith Tro, insultata e picchiata a Bari il 20 febbraio 2019. Adnan Siddique, assassinato a coltellate a San Cataldo (CL) il 3 giugno 2020. E infine Sahabuddin Chokdar, aggredito a Milano l’11 luglio 2020