Riapparizioni

0
531

Nelle visioni
filosofiche delle cose si illuminano le loro essenze
interpellando
l’inconscio con i frammenti
dei sogni sbiaditi (come le fotografie dal ‘900 sepolte nella valigia)
mi ricostruisco
attraverso la parola recondita
nei secreti* spolverando la terra –
le immagini e gli ornamenti di bauli antichi
con gli alberi della vita con gli uccelli sui rami che dondolano
(ogni primavera le allodole si trasformano in merli) quando la luna cala
rotoli infiniti di tela per il vestito di sposa novella con ricamati
Rūpintojėliai** vicino le strade che accompagnano e
incontrano negli incroci delle culture mi stabilisco
in logos –
in vera casa dai riconoscimenti crescenti
riconosco me stessa
iterata e
transitoria nelle forme trasparenti
dell’esistenza – – –
 
 
Kristina JANUSAITE-VALLERI
_____________
* un gioco lituano (in una piccola buca della terra si mettono diverse cose, ad es. fiori, piccoli sassi, perline ecc., poi sopra si poggia un frammento di vetro e si versa la terra. Dopo con un dito bisogna raschiarire un po’ la terra e così si intravede cosa è nascosto, cioè vedi come un’immagine.
** E’ un simbolo nazionale lituano, uno degli oggetti di arte popolare – una scultura di legno che rappresenta Gesù Cristo preoccupato, pensieroso.

Scritto da Kristina JANUSAITE-VALLERI