Riace, la cantastorie Francesca Prestia canterà la sua ballata ancora con più entusiasmo

0
187

La cantastorie Francesca Prestia afferma: “Canterò adesso con ancora più entusiasmo e ovunque me lo chiedano, la mia ballata su Riace. Perché Riace non è solo Riace! È l’utopia del nostro tempo schiacciato sul presente e sul passato. E la posta in gioco è altissima. Se perde Riace, un sistema di accoglienza e integrazione alternativo alle città impaurite dell’Occidente tecnocratico e finanziario, perde l’umanità e la dignità delle persone di qualsiasi colore e di ogni nazionalità. Ho stima immensa per i magistrati e per il sistema giudiziario, perciò la speranza è che si faccia in fretta nel diradare ogni ombra. Ciò che Riace rappresenta va oltre la Locride, come dico nella ballata: è una realtà in cui si è lavorato per dare fiducia a persone che scappano dalla carestia e dalla guerra, uno spazio aperto, volo di libertà”.