Napoli, lo ius soli per il carnevale sociale della Sanità

Antonio Perrone

0
197
carnevale napoli

Lo Ius soli e il diritto alla cittadinanza sono i temi scelti per il carnevale sociale della Sanità di Napoli 2018. Studenti, insegnanti, cittadini e migranti si sono dati appuntamento alle 10 del mattino in piazza Sanità per l’inizio di un colorato corteo.

La manifestazione è stata promossa dalla terza municipalità e dall’assessorato al welfare del Comune di Napoli ed hanno partecipato tutte le scuole del territorio insieme ai bambini della terza municipalità. Presenti inoltre tutti i centri territoriali del quartiere, che insieme alla scuole, sono stati gli organizzatori dell’evento.

“Non stiamo con le mani in mano” è stato lo slogan dell’iniziativa, che ha visto i suoi partecipanti alzare al cielo tante manine colorate di carta con impressi nei loro palmi messaggi rivolti alla politica. Dopo la mancata approvazione della legge per il diritto alla cittadinanza infatti, l’iniziativa è stata l’occasione per ritornare sul tema e certificare ancora una volta la distanza della politica rispetto a questioni di primarie per i cittadini.

“Diritti, per tutti”, “Siamo tutti abitanti della terra”, “Cittadinanza per tutti” sono solo alcune delle scritte che capeggiavano e che riassumevano a pieno il senso di questo carnevale speciale, arrivato ormai alla sua nona edizione

La scelta della mano come simbolo è stata naturale spiegano gli organizzatori dell’evento:  la mano come strumento di contatto, di unione, permette di superare ogni forma di pregiudizio che scaturisce dall’ignoranza. L’evento è stato preceduto da un lavoro propedeutico: i bambini delle scuole infatti hanno partecipato a dei laboratori sul tema della cittadinanza con giochi e attività per destare una loro maggiore consapevolezza delle questioni legate all’identità e all’inclusione e renderli consapevoli che atteggiamenti e comportamenti sono alla base della integrazione virtuosa.