Immigrazione / Libro: Il fiore dei gitani, l’ultimo romanzo di Nicolò Angileri

0
319
Il fiore dei gitani

Il fiore dei gitani” è il titolo dell’ultimo romanzo di Nicolò Angileri, edito da Città del Sole. Una vicenda, quella raccontata dall’autore, realmente accaduta qualche anno fa in uno dei quartieri più antichi di Bagheria, esattamente alle spalle di Villa Palagonia, nota ai più come la “Villa dei Mostri”. 
E’ il 2008, quando una ragazzina kosovara di appena dodici anni viene acquistata con l’inganno da una coppia Rom, per soli duemila euro.
“Solo chi ha sofferto veramente riconosce il dolore della sofferenza. Rachel ha conosciuto la solitudine, l’abbandono, la violenza, l’odio, l’emarginazione, la povertà, la fame, il senso di nullità. Il più delle volte questa sofferenza diventa il suo linguaggio, la sola espressione per comunicare con il prossimo. Senza usare le parole la protagonista racconta questo disagio in un altro modo, con i suoi gesti quotidiani verso il prossimo. Rachel aveva conosciuto l’amore, sapeva che cosa era l’amore, glielo aveva insegnato la sua famiglia, con tenerezza, la dolcezza, il rispetto per la vita, per il prossimo e per la natura. Non ci pensa due volte a sacrificare la sua esistenza per donarla al fratello più sfortunato. Lei viveva nell’amore, ogni suo gesto era colmo d’amore. Una volta qualcuno disse che l’odio genera odio. Ma sicuramente l’amore genera amore”.