Migranti, Cei: trenta milioni per “Liberi di partire, liberi di restare”

0
255
sbarchi
Adriana Sapone

Trenta milioni di euro, tratti dai fondi 8xmille della Cei e una progettualita’ che si sviluppera’ lungo un triennio. Questi i primi numeri della campagna ‘Liberi di partire, liberi di restare’ lanciata dalla Conferenza episcopale italiana sul tema delle migrazioni con iniziative rivolte principalmente ai minori migranti e le loro famiglie.

Verranno coinvolte le pastorali competenti (Ufficio interventi caritativi a favore del terzo mondo, Caritas Italiana, Migrantes, Missio, Apostolato del mare), le realta’ ecclesiali attive su tali tematiche (istituti missionari, congregazioni, associazioni e movimenti, cooperazione fraterna e internazionale) mentre verra’ data centralita’ alle Chiese locali.

I progetti, infatti, “verranno realizzati in primo luogo nei dieci Paesi di maggior provenienza dei minori- si spiega nella nota- con un’attenzione prioritaria all’Africa”. “Considerando le rotte migratorie, un secondo livello saranno i Paesi del Nord Africa, luoghi di transito e di continue sofferenze dei migranti in generale e dei minori in particolare”.

Infine, “un terzo livello progettuale vedra’ coinvolte le realta’ ecclesiali attive nell’accoglienza e nella cura dei minori migranti in Italia a partire da quelle piu’ vicine ai porti di sbarco degli stessi”. Tra gli ambiti prioritari di intervento vi saranno “l’educazione e la formazione – anche professionale – l’informazione in loco, progetti di carattere sociale e sanitario, progetti in ambito socio-economico per la promozione di opportunita’ lavorative”. accompagnamento ai rientri di coloro che intendono volontariamente procedere in tal senso.